Inga Batur

La prima intervista di “Moms in the World” parte dalla Slovenia, uno Stato situato in Europa centrale e confinante con Italia, Austria, Ungheria e Croazia. Sapevate che lì le mamme con bambini piccoli possono scegliere se lavorare 4 o 6 ore al giorno?

Prendetevi 5 minuti, un bel caffè e gustatevi l’intervista a Inga. Buona lettura!

 

Raccontaci qualcosa di te e della tua famiglia.

Ho trent’anni e qualcosa (non entriamo nei particolari), sono un’amante dei social media, blogger, mamma e grande fan dei viaggi infatti amo viaggiare con la mia famiglia. Ho due ragazze incredibili che mi ispirano e un marito straordinario che è il mio vero compagno. Potremmo chiamare Europa la nostra casa, se fosse per noi, non staremmo fissi in un posto per troppo tempo.

Cosa significa essere una mamma lavoratrice e blogger nel tuo paese? Avete delle agevolazioni o degli aiuti da parte dello Stato?

Nel mio paese, viviamo nella capitale della Slovenia, è fondamentale per entrambi i genitori lavorare se si vuole sostenere una famiglia, ma non posso lamentarmi, mi piace lavorare e mi piace il fatto che ho la possibilità di lavorare per meno ore perché qui le mamme con bambini piccoli possono scegliere di lavorare per 4 o 6 ore al giorno. Ho preso questa decisione e trovo che  bilanciare le cose da fare di tutti i giorni sia molto più facile ora. La parte del blogging è solo un passatempo e spero che un giorno si sviluppi in qualcosa di più.

Quali sono le difficoltà e i limiti che si possono riscontrare nel tuo paese?

Il primo fattore é che siamo uno Stato piccolo, ci sono meno di due milioni di persone. Il peggio è che abbiamo combattuto e ancora stiamo combattendo la crisi economica; la gente in generale é molto pessimista verso il futuro e non vedo un modo di cambiare le cose. Anche la burocrazia prende tempo ed è complicata, tanti rinunciano alle loro idee anche se hanno il desiderio di cambiare le cose.

Come cresci le tue figlie? Che tipo di educazione gli dai (libertà, affetti, amicizie)?

Le mie bambine partecipano ad un programma giornaliero incredibile che è in parte finanziato dal Comune e in parte da noi genitori. Fanno un lavoro incredibile con loro. Quando devo fare la mia parte, essendo mamma di due ragazze, penso sia importante assicurarsi che sappiano di essere amate e che crescano felici con loro stesse. Quindi sì, sono affettuosa e cerco di lasciarle essere loro stesse ma alla fine della giornata lavoro per essere un genitore, non un’amica, imposto limiti e prendo decisioni.

Come detto prima, amiamo viaggiare e penso sia importante che loro conoscano il mondo e facciano esperienze. Viaggiare apre mentalmente e percettivamente, ti fa apprezzare le differenze e realizzare che non ci sono davvero confini.

Hai mai sentito parlare di come si crescono i figli in Italia? Come ti sembra?

No, non sono a conoscenza sul modo in cui crescete i vostri figli, so solo che anche voi avete il problema che i vostri ragazzi vanno via di casa tardi, quando dovrebbero avere già la propria famiglia. Questo problema nasce perché gli si da tutto, è troppo bello per andarsene e naturalmente il problema maggiore é che non saranno in grado di guadagnare abbastanza soldi per mantenersi, è un fattore che tutti stiamo affrontando.

Come trascorri il tempo libero con le tue figlie?

Ci piace, o meglio, a loro piace stare fuori più possibile. Sono in quella fase, in particolare la piccola, dove il resto non conta molto, quindi passiamo i nostri pomeriggi in molti parchi gioco che abbiamo nel quartiere e durante il fine settimana amiamo trovare il tempo per un breve viaggio da qualche parte nelle vicinanze. Ci piace anche leggere e creare, ma le nostre giornate sono troppo brevi per fare tutto, quindi se possiamo, ci limitiamo a stare fuori.

Ci dai i tuoi Tips & Tricks per vivere al meglio in una famiglia?

  • Non prendete tutto troppo seriamente, avere senso dell’umorismo è molto importante quando avete dei figli;
  • state all’aria aperta più possibile, l’aria fresca e le attività aiutano i bambini a calmarsi e addormentarsi;
  • abbiate una routine. Amo la nostra, perché so come andrà a finire. Ogni tanto lasciamo anche andare, soprattutto quando si viaggia, rende tutto ancora più divertente e speciale.

Puoi trovare Inga sul suo blog www.coolkidzcooltrips.com

 

********************************************************************************

ENGLISH VERSION

Tell us something about yourself and your family.

At thirty something (let’s not get into that), I am a social media lover, blogger, Mommy and a big time travel fan. I love to be on the road with my family. I have two amazing girls that inspire me and a pretty extraordinary husband who is my true companion. We might call Europe our home, but if it was up to us, we wouldn’t stay put anywhere for too long.

What it means to be a working mom and blogger in your country? Do you have any benefits or facilities from the state?

In my country, we live in the capital of Slovenia, it’s basically up to both parents to work if they are to sustain a family. But I can’t say I am complaining, as I like to work and I love the fact that we have an option to work for shorter amount of time – Moms with young kids can choose to work for either four or six hours a day. I have made such a decision and I find that balancing stuff in my life is much easier now. The blogging part is only my hobby, which I hope one day will grow into more.

What are the difficulties and limitations that you may encounter in your country?

I think that foremost it’s the fact that we are small; there are less than two million of us. But worse is that we were and still are fighting the economic crisis. People in general are very pessimistic about the future and don’t really see a way of changing things. Also the burrocracy has a way of taking time and being complicated, so many just give up on their ideas even if they do have the desire to make things different.

How your kids grow up in your country? What kind of education do you give them? (Freedom, friendship, affection)

My kids go to an amazing day care, which is partly financed by the city and partly by us parents. They do amazing work with them. And when it comes to my parenting, being a Mom to two girls, I think I need to make sure they know they are loved and grow up to be happy with themselves. So, yes I am affectionate and try to let them be themselves. But at the end of the day I am working on being a parent not a friend, setting limitations and making decisions.

As I mentioned before, we love to travel and I think that is a big part of how I want them to learn about this world, by experiencing it. Travel makes you open minded and perceptive, it makes you appreciate differences and realize there really are no boundaries.

Have you ever heard about how we grow our children up in Italy? What do you think?

No, I am not familiar about the way you raise your children. I just know that you too have the problem of having your kids move out late, when they should already be raising their own family. But that’s the issue of providing your kids with everything, so it’s too good to leave and of course the problem of not being able to earn enough money to support oneself and that is something we are now all facing.

How do you spend your free time with your kids?

We like, or rather they like to be outside as much as possible. They are in that phase, especially the little one, where nothing else holds much interest. So, we spend our afternoons during work week outside on the many playgrounds we have in the neighborhood and on the weekends we love to find the time for a short trip somewhere close by. We also love to read and create but our days are too short to do it all, so if we can, we stick to being out and about.

Your best Tips & Tricks to live well in a family 

  • I’d go with don’t take everything so seriously. Sense of humor and its usage are very important when having kids.
  • Be outside as much as you can. The fresh air and activities do help them eventually calm down and fall asleep.
  • Have a routine. I love ours, because I know how things will play out. But we also let it go every now and then, especially when travelling and that makes it even more fun and special.

You can find Inga on her blog www.coolkidzcooltrips.com